1
1
1

Fiat Qubo Trekking al Salone di Francoforte 2009!

Qubo Trekking è la nuova interpretazione del “free space” Fiat che viene presentata in prima mondiale al Salone di Francoforte 2009. È destinata agli amanti della natura, degli sport e delle attività all’aria aperta. Al tempo stesso, l’originale versione è la risposta ideale per un cliente anticonformista, orientato alla “sostanza” e attento alle tematiche ambientali. Infatti, equipaggiato con il brillante 1.3 Multijet da 75 CV, il nuovo Qubo Trekking offre le performance simili a quelle di un “light crossover” - grazie al nuovo sistema “Traction+” - ma con i vantaggi che può assicurare una vettura 4X2 alimentata a gasolio sia sotto l’aspetto economico (27 Km con un litro di gasolio sul ciclo extra urbano), sia sul piano dei benefici ambientali (115 g/km di CO2).
All’insegna della caratterizzazione “outdoor”, Qubo Trekking propone un paraurti anteriore specifico, completo di scudo di protezione, e assetto rialzato di 20 mm (di questi 10 mm interessano le sospensioni per affrontare meglio percorsi sconnessi). Inoltre, sono di serie: barre longitudinali sul tetto, cristalli posteriori di tipo privacy e copriruota specifici con pneumatici 185/65 R15 M+S.
Peculiarità della nuova versione di Fiat Qubo è l’adozione del “Traction+”, l’innovativo sistema di controllo che, da una parte, incrementa la motricità del veicolo su terreni difficili ed a scarsa aderenza; dall’altra parte si conferma una soluzione meno costosa di una trazione 4x4.

Come funziona il Traction+

Fiat Qubo TrekkingIn dettaglio, il nuovo “Traction+” sfrutta l’hardware avanzato presente sulle vetture dotate di ESP, ma la sua efficacia non è assimilabile ad una semplice funzionalità aggiunta a tale sistema. Infatti, attraverso appositi algoritmi di controllo e gestione dell’impianto frenante, la centralina di controllo simula elettronicamente il comportamento di un differenziale autobloccante elettromeccanico; le ottimizzazioni del software ed il fatto che l’azione delle forze si applica attraverso il normale circuito frenante (ad azione quindi idraulica) consentono un intervento più progressivo rispetto ai sistemi tradizionali, con prestazioni assolutamente paragonabili ed il vantaggio di avere minor peso. Inoltre, il sistema si attiva con un apposito tasto posto sulla plancia, ed il suo funzionamento è possibile sino alla velocità di 30 km/h.
In condizioni di bassa o nulla aderenza su una ruota motrice, la centralina del sistema rileva lo slittamento, quindi comanda il circuito idraulico al fine di attuare un’azione frenante sulla ruota con minore attrito, trasmettendo di conseguenza coppia motrice alla ruota posta su fondo stradale a maggiore attrito. In tal modo si rende possibile il disimpegno del veicolo mantenendo la stabilità direzionale e la guidabilità, assicurando la miglior trazione possibile anche nelle condizioni di terreno più irregolare e viscido.

Spazio a bordo

Con i sedili in posizione normale, il bagagliaio è di 330 litri (sino all’altezza della cappelliera) e di 650 litri se misurato fino al tetto. Invece, nel caso fossero rimossi i sedili posteriori e quello del passeggero anteriore ripiegato e portato a livello del piano di carico si raggiunge la volumetria di 2.500 litri (best in class nella sua categoria) e un bagagliaio capace di accogliere oggetti lunghi quasi 2,5 metri (un vero record, se si considera che la vettura è lunga solo 3,9 metri).

Dotazioni

Infine, va ricordato che Qubo Trekking eredita la già ricca dotazione della versione Dynamic che, per esempio, nel campo della sicurezza include l’ABS completo di EBD, i fendinebbia, le cinture a 3 punti con pretensionatore e limitatore di carico, il servosterzo idraulico, airbag anteriori e laterali. A questi contenuti la nuova versione aggiunge l’ESP e il sistema Traction +. Infine, sono disponibili il sistema Blu&Me con l’applicazione “eco:Drive”, i sensori di parcheggio e la radio CD/Mp3 con comandi al volante.

da www.mondofuoristrada.it

316
Reblogged from iuter
iuter:

thedailywhat:

Print Ad Campaign of the Day: To whet attendees’ appetites ahead of the Sydney International Food Festival, the Sydney-based ad agency WHYBIN/TBWA created this eye catching campaign in which various staple foods from around the world were used to form the flags of participating nations.
Get up close and personal with individual posters here.
[via.]

iuter:

thedailywhat:

Print Ad Campaign of the Day: To whet attendees’ appetites ahead of the Sydney International Food Festival, the Sydney-based ad agency WHYBIN/TBWA created this eye catching campaign in which various staple foods from around the world were used to form the flags of participating nations.

Get up close and personal with individual posters here.

[via.]

2058

come siete..italiani!

2668

..che numeri!!